BUS THEATER

La Valle dei Teatri – Rete Teatrale Valconca

presenta

BUS THEATER

un bus a due piani che si trasforma in un grande TEATRO VIAGGIANTE!

DAL 13 AL 19 DICEMBRE 2017

Il Bus theater, teatro a motore itinerante, girerà nella Valle del Conca e stazionerà a San Giovanni in Marignano, Montescudo e Saludecio, presentando lo spettacolo

BUS’ ROOMS. VITA MORTE E ORACOLI

ingresso libero con prenotazione consigliata, posti limitati

Martedì 19 dicembre a partire dalle ore 15  (repliche inizialmente previste per giovedì 14 dicembre)
MONTESCUDO, Via Borgo Malatesta

per prenotazioni  tel. +39 347 5838040 Cristiana

sono previste 5 repliche della durata di 30 minuti ciascuna a partire dagli orari indicati con una pausa di 15 minuti tra una e l’altra.
POSTI LIMITATI (12 persone per replica), prenotazione consigliata. Adatto a tutte le età, i bambini al di sotto dei 6 anni entrano accompagnati da un adulto.
copertina_bus_room   Bus Theatre 1 bus_theater cuore

 

Benvenuti nella casa del Bus presto le sue stanze si mostreranno a voi, ma non prima di avervi offerto un po’ del suo spirito….

Accompagnati da una sorta di Caronte dei luna park, padrone di casa/maggiordomo o novello munaciello della più classica tradizione napoletana, i 12 spettatori di Bus’ Rooms. Vita morte e oracoli si ritovano in uno spettacolo che li trasforma in ospiti di una vecchia casa teatro di cui, a poco a poco, scoprono le stanze e gli spiriti che la abitano. Un viaggio per pochi intimi fra reliquie di amori perduti, illusioni di prestigiatori ubriachi, letture di tarocchi che suonano come parole del destino per l’ospite prescelto e una continua, beffarda ed ironica presenza della morte. Il serio e il faceto, il sacro e il profano, l’alto e il basso, la verità dell’esperienza e la finzione scenica si mescolano, in pieno accordo con lo spirito della città di Napoli e della sua lingua, di cui lo spettacolo è intriso. Bus’ Rooms indaga la massima vicinanza tra attore e spettatore, i cui sensi sono coinvolti non solo attraverso l’udito e la vista ma anche attraverso il tatto, il gusto e l’olfatto, immergendolo, non appena si varca la soglia, in un mondo altro, in una dimensione di environment simile a quella delle case stregate o delle attrazioni dei vecchi luna park di inizio secolo. l’idea di una visione frontale è praticamente dimenticata. Un’ esperienza teatrale che pone le persone che ne fanno parte in una condizione di vicinanza fisica che ricerca una partecipazione e una condivisione spirituale ed emotiva intima e sincera, almeno per la durata di questo breve viaggio.

Lo spettacolo mescola il teatro all’ illusionismo, alla musica dal vivo, al teatro poetico di figura, alla più classica tradizione, di felliniana memoria, delle attrazioni di strada, dei teatri circhi e spettacoli viaggianti.