21 gennaio. PIENE DI DESTINO – PATTI / ANGELA BARALDI E ANGELA MALFITANO

21 gennaio ore 18.00
FESTA DI APERTURA

PIENE DI DESTINO – PATTI
uno spettacolo biorock
Concerto reading dedicato a Patti Smith
ANGELA BARALDI, ANGELA MALFITANO

canto Angela Baraldi
voce recitante Angela Malfitano
progetto di Angela Malfitano
produzione Tra un atto e l’altro
basso Marcello Petruzzi, chitarra Emanuele Zullo, batteria Francesco Brini, video set Roberto Passuti tecnico Paolo Falasca

Uno spettacolo energetico e coinvolgente fatto di reading e canzoni, con due grandi donne della scena; due Angele, una canta (Baraldi) l’altra recita e legge (Malfitano); tratto dal libro che Patti Smith ha scritto di recente, Just Kids, un piccolo gioiello di scrittura e confessione, che racconta del suo arrivo a New York, a fine degli anni sessanta, dove l’atmosfera è effervescente. Qui incontra Robert Mapplethorpe e con lui intreccia un cammino di arte e di iniziazione. Un’amicizia rara e preziosa. Un patto esplicito di reciproco sostegno, fondato sulla condivisione di sogni e di arte.
“Esemplare e commovente è stato per me vedere fin dall’adolescenza di Patti il nascere di un’identità d’artista e la forte determinazione a evolvere verso quella direzione. Patti è nata a Chicago nel ‘46, figlia di una cameriera e di un operaio. Nell’estate del 1967 lascia la scuola e va a New York, dove vive con uno studente che sarebbe diventato il celebre fotografo Robert Mapplethorpe. Non hanno un soldo e vogliono fare gli artisti. Patti lavora in libreria ma recita, scrive poesie e canzoni, ispirata dalla grande poesia francese di fine ’800. Il suo nome comincia a diventare uno dei più noti nel circuito “underground” di New York. Nel novembre 1975 esce l’album di debutto Horses, uno dei precursori della new wave, che entra nella top 50 americana. Con la sua voce, rabbiosa, febbrile, dolente, Patti incarna una delle figure più dirompenti della storia del rock. È stata definita una figura atipica: a metà tra una oscura sacerdotessa e una pasionaria politica. Per me è e rimarrà una delle più carismatiche figure della cultura occidentale. Una poetessa, una musa, una donna che ha saputo vivere oltre le convenzioni.” Angela Malfitano